BUCA DELLE FATE

Buca delle Fate, situata tra le località di Baratti e Populonia, è una piccola baia incontaminata avvolta dal verde della macchia mediterranea. Il mare che si può ammirare in questa baia è uno spettacolo straordinario, capace di sfoggiare le mille e più sfumature di blu che spiccano una volta accostate alle tonalità chiare delle rocce e al verde della vegetazione che ricopre la costa.

UNA BAIA NASCOSTA NEL GOLFO DI BARATTI

Buca delle Fate è raggiungibile attraverso un sentiero sterrato che parte dal parcheggio chiamato Reciso, situato poco prima del paesino di Populonia Alta. Da questo piazzale si diramano tre sentieri che conducono rispettivamente a Buca delle Fate, a Cala San Quirico e al Promontorio di Piombino. Il sentiero ha una lunghezza di 3.5 km ed è percorribile da tutti, compresi i bambini

Eventi e curiosità

Questa splendida baia deve il suo nome alla presenza di numerose tombe etrusche risalenti al VI secolo avanti Cristo, dette comunemente “buche”, dei piccoli antri che gli antichi ritenevano essere il rifugio di esseri soprannaturali. Narra la leggenda che un giovane pescatore si avventurò in questo luogo attirato dal canto soave di leggiadre fanciulle. Fu allora che questi esseri mitologici lo catturarono, imprigionandolo in una grotta. La sua fidanzata, distrutta dal dolore, cominciò a recarsi ogni giorno sugli scogli, piangendo e implorando il ritorno del suo grande amore. Si dice che un delfino, mosso a compassione, trasformò una lacrima della ragazza in una perla, portandola in dono alle sirene (o alle fate) in cambio del giovane, che riuscì a fare ritorno dalla sua amata.